Dieta ritenzione idrica

Dieta per ritenzione idrica: come perdere i liquidi in eccesso

Se sei qui, stai cercando una dieta ritenzione idrica perché temi di soffrire di questo disturbo. Sicuramente ti sarà capitato di svegliarti la mattina, guardarti allo specchio e avere il corpo in un modo, mentre la sera riguardandoti allo specchio notare dei cambiamenti.

Probabilmente, ti sei accorta che l’addome e le gambe sono più gonfi, oltre a sentire le gambe più appesantite e a notare che il tuo peso corporeo è differente. Ecco questo non significa che sei ingrassata dalla mattina alla sera, ma forse si tratta di ritenzione idrica.

In questo articolo approfondiremo tutti gli aspetti legati a questa problematica; parleremo di dieta per la ritenzione idrica, di cosa si tratta nello specifico e di come affrontare al meglio questa situazione che spesso può causare disagio.

Cos'è la ritenzione idrica

ritenzione idrica cos'è

Ne parlano in tanti: sulle riviste, in tv, su numerosi siti web. Ma nello specifico, cos'è la ritenzione idrica?

La ritenzione idrica si riferisce all’accumulo di liquidi negli spazi interstiziali, cioè gli spazi tra le cellule. L’accumulo di acqua, chiamato anche edema, si localizza solitamente a livello degli arti inferiori (glutei, cosce, ginocchia e caviglie) e dell’addome.

È bene sapere che la tendenza a trattenere liquidi è un fenomeno nella maggior parte dei casi normale e temporaneo, ma non sempre.

Infatti, a volte può essere associato a patologie di diversa natura, quali malattie cardiovascolari, renali, epatiche, tiroidee e alterazioni del sistema linfatico oppure all’assunzione di farmaci, come ad esempio quelli per gestire l’ipertensione o i contraccettivi.

In questi casi è opportuno rivolgersi ad uno specialista come il Dott. Uliano, in grado di valutare la natura dell’edema e intervenire con un approccio dietetico mirato.

In questo articolo, analizziamo nello specifico la ritenzione idrica causata semplicemente da uno stile di vista scorretto o da problematiche che non sono patologiche.

Come si fa a capire se si soffre di ritenzione idrica?

dieta ritenzione idrica

Capire se si è soggette a ritenzione idrica non è per niente difficile. I sintomi più comuni sono appunto il gonfiore di gambe e glutei, il senso di pesantezza e, talvolta, si ha difficoltà a muovere gli arti inferiori e si prova dolore alle gambe.

Si può anche presentare un cambio di colore e di lucentezza della pelle.

Per capire se soffri di ritenzione idrica puoi fare un semplice test. Prova ad affondare i polpastrelli per qualche secondo nella zona che senti più gonfia e appesantita. Se quando togli i polpastrelli si forma sulla cute una fossetta, che prende la forma delle tue dita, allora significa che c'è ritenzione idrica.

Un altro test che puoi fare consiste nel pesarti la mattina e la sera. Se il tuo peso varia di 1 - 1.5 kg giornalieri è normale, mentre se noti delle variazioni di peso più significative potrebbe appunto trattarsi di ritenzione idrica.

Dieta per ritenzione idrica: le linee guida

ritenzione idrica cibi

Partiamo subito col dire che quando parliamo di dieta per la ritenzione idrica è molto importante avere un approccio personalizzato, piuttosto che generico. È molto difficile dire quale sia l’approccio alimentare migliore, perché è un fattore personale e ogni donna è diversa da un'altra.

Pertanto, nel caso in cui tu voglia iniziare a seguire una dieta per la ritenzione idrica che sia adeguata al tuo corpo e alle tue condizioni di salute, ti consiglio di rivolgerti ad un nutrizionista specializzato come il Dott. Uliano. Contatta il Dottore per prenotare una visita personalizzata nella sede più vicina a te!

Ad ogni modo, quello che devi fare è avere uno stile alimentare equilibrato che tu possa riuscire a mantenere nel tempo, perché la costanza è fondamentale. I cibi che introduci devono essere di tuo gusto e devono darti soddisfazione, così che tu possa seguire la dieta a lungo andare. Ti ho già parlato di come snellire i fianchi con la dieta.

La dieta più adeguata alla ritenzione idrica - e più in generale che supporta la salute - è quella che si basa sul modello mediterraneo. Questo significa imparare a bilanciare i macronutrienti di ogni pasto che dovranno essere così distribuiti: 55-60% carboidrati, 25-35% grassi, 10-15% proteine.

Sulla base di questa premessa i pasti dovranno comprendere il 50% di frutta e verdura, il 25% di carboidrati complessi (cereali integrali, patate, ecc.), il 25% di proteine animali o vegetali e una dose di grassi (olio extravergine, avocado, frutta secca e così via).

Cosa mangiare per eliminare la ritenzione idrica: gli alimenti consentiti

Passiamo ora a vedere un elenco di cibi contro la ritenzione idrica. Qui ti propongo un breve riassunto degli alimenti che possono aiutarti a combattere questo disturbo, e che quindi ti consiglio di assumere e introdurre nella tua alimentazione.

Vediamo quali sono gli alimenti abituali da consumare in una dieta contro la ritenzione idrica:

  • ✅ Acqua: un’assunzione ridotta rispetto al fabbisogno è deleteria sia per la salute in generale che per la ritenzione idrica. È consigliabile bere circa 2 litri di acqua al giorno, utile perché favorisce la diuresi.
  • ✅ Alimenti ricchi di potassio, in quanto aiutano a smaltire i liquidi in eccesso, tra cui verdura e frutta, legumi, semi oleosi, frutta secca e tuberi, come patate, batate e topinambur.
  • ✅ È bene consumare anche frutti aciduli, come il kiwi, gli agrumi, l'ananas e le fragole; le verdure crucifere, come i broccoli, i cavoletti di Bruxelles e la rucola.
  • ✅ Introduzione di fibre, come i cereali integrali e la crusca, utili soprattutto se si soffre di stitichezza, motivo che favorisce la ritenzione idrica.
  • ✅ È consentito poi il consumo di pesce fresco, carni bianche e uova.
  • ✅ Gli alimenti possono essere conditi con erbe, spezie e olio extravergine di oliva, preferibilmente a crudo e senza eccedere.
  • ✅Consumare abitualmente anche alimenti ricchi di acqua, quali cicoria, anguria, melone, cetrioli o zucchine, ma anche tisane drenanti a base di tè verde, finocchio, frutti rossi e tarassaco.

Nella tua dieta per perdere liquidi ti consiglio inoltre di consumare abitualmente 10 cibi che sono perfetti per contrastare la ritenzione idrica. Clicca qui per scoprirli.

Quali sono gli alimenti che trattengono i liquidi: i cibi da evitare

Tra i cibi da evitare (o ridurre) in una dieta per la ritenzione idrica troviamo:

  • ❌ Sale da cucina, in quanto l'eccesso di sale è tra le cause principali di ritenzione idrica
  • ❌ Salumi e carne in scatola
  • ❌ Pesce sotto sale o marinato
  • ❌ Formaggi stagionati
  • ❌ Sughi pronti
  • ❌ Dolciumi
  • ❌ Grissini, cracker e patatine
  • ❌ Dadi
  • ❌ Burro e margarina
  • ❌ Salse (maionese, senape, ketchup, ecc.)
  • ❌ Bevande zuccherate e gassate

Domande frequenti sulla ritenzione idrica: il Dott. Uliano risponde

dieta ritenzione idrica alimenti

Vediamo di fare chiarezza su alcune domande che spesso i pazienti pongono al Dott. Uliano durante la visita per impostare una dieta per la ritenzione idrica.

Cosa mangiare per drenare le gambe?

Anzitutto, è molto importante seguire le linee guida indicate nei paragrafi precedenti, relativi ai cibi consentiti e a quelli da evitare per avere un effetto drenante.

Nello specifico però, quando parliamo di gambe gonfie, è fondamentale introdurre alimenti ricchi di potassio, molto utile per sgonfiare le gambe. Il potassio è un diuretico naturale, in quanto elimina il sodio in eccesso attraverso l'urina.

Quali sono gli alimenti ricchi di potassio da consumare per drenare le gambe?

  • Banane
  • Patate
  • Peperoni
  • Albicocche
  • Pesche
  • Fragole
  • Spinaci
  • Cavolo

Come perdere velocemente i liquidi?

Ecco alcuni consigli utili per ridurre i liquidi in poco tempo e perdere peso:

  • Cerca di bere più acqua, in quanto aiuta a drenare i liquidi in eccesso;
  • Riduci il consumo di sale, che, come abbiamo visto, è la prima causa di ritenzione idrica;
  • Fai attività fisica (camminata veloce, corsa o altri sport);
  • Segui le linee guida dei paragrafi precedenti, tenendo ben a mente i cibi consigliati e quelli sconsigliati;
  • Utilizza integratori drenanti (trovi un approfondimento qui: integratori per eliminare la ritenzione idrica)
  • Rivolgiti ad un bravo nutrizionista in grado di strutturare una dieta contro la ritenzione idrica personalizzata in base alle tue caratteristiche fisiche.

Come faccio a capire se è grasso o ritenzione idrica?

Il modo più semplice per capire se si tratta di ritenzione idrica o di accumulo di grasso è osservare in quali punti del corpo è presente il gonfiore

Se l’alterazione è visibile soprattutto sui glutei o nella parte alta delle cosce solitamente si tratta di un accumulo di grasso, mentre se si è in presenza di gonfiore nelle gambe, nello specifico a livello della parte inferiore degli arti, molto probabilmente si tratterà di ritenzione idrica.

--

Approfondimenti:

Cellulite: un approccio scientifico

Contatta il Dr. Uliano

Utilizza il form qui in basso per contattare il Dr. Roberto Uliano.

Nutrizionista Napoli centro
Uliano Roberto

Autore

Dr. Roberto Uliano

Da 15 anni lavoro come nutrizionista nelle città di Napoli, Roma, Castellammare di Stabia.

Sono consulente e scrittore nel campo delle scienze dell'alimentazione presso diverse testate giornalistiche come viveresaniebelli, silhoutte. Nel 2015 sono stato consulente della testata "Bimbi a tavola", rivista di educazione alimentare per i bambini. Sono docente dal 2011 di nutrizione applicata presso la Scuola di Nutrizione Salernitana. Il mio obiettivo è quello di insegnare la nutrizione in pratica.

Opero da anni nel campo dell'obesità, dello sport e di numerose patologie correlate all'alimentazione.

Ti potrebbero interessare

Psoriasi, infiammazione cronica e dieta

Psoriasi, infiammazione cronica e dieta