Polioli cosa sono

Polioli: cosa sono, a cosa servono e le controindicazioni

Probabilmente è la prima volta che senti nominare i polioli e ti stai chiedendo cosa sono. Sai ad esempio che i polioli (o polialcoli) sono contenuti in molti degli alimenti che mangi quotidianamente?

In questo articolo troverai tutte le informazioni utili sui polioli e cercheremo di capire se fanno male o meno.

Polioli cosa sono e a cosa servono

polioli cosa sono

I polioli sono carboidrati - presenti in natura o sintetizzati chimicamente - spesso utilizzati per dolcificare, che hanno diverse funzioni, tra cui il loro potere dolcificante e un basso apporto di calorie.

Questi elementi spesso vengono chiamati anche polialcoli, ma li troverai quasi sempre nominati con il nome polioli.

Ma quali sono i polioli?

Tra i principali polioli troviamo il sorbitolo, il mannitolo, l’eritritolo, lo xilitolo e il maltitolo.

Dobbiamo fare subito una distinzione tra polioli naturali e artificiali.

I polioli naturali, tra cui il sorbitolo, l’eritritolo, il mannitolo e lo xilitolo, li troviamo in natura e sono contenuti nei comuni alimenti. Mentre quelli artificiali, come il maltitolo, sono sintetizzati chimicamente.

Dove si trovano i polioli?

Come accennato, i polioli sono naturalmente presenti in alcuni frutti e in diverse verdure. Il sorbitolo è presente nelle mele, pesche, prugne e alcune alghe. Il mannitolo è contenuto in verdure come cavolfiore, funghi, piselli e nella frutta secca. Lo xilitolo nelle mele, ciliegie, prugne, mais e cavolo. Questo specifico poliolo è utilizzato molto per i prodotti chetogenici

Altri cibi che contengono polioli sono: pere, mirtilli e frutta con il nocciolo.

Ma non solo in natura. I polioli sono anche aggiunti ai cibi industriali (sintetizzati chimicamente) come chewing-gum, lecca-lecca e caramelle sugar free e vengono trattati come sostituti dello zucchero. Sono dichiarati in etichetta con la lettera E, seguita da un codice e dalla dicitura "un consumo eccessivo può avere effetti lassativi".

Quante calorie contengono?

I polioli vengono utilizzati come dolcificanti, anche grazie al loro basso regime calorico, inferiore a quello dello zucchero tradizionale. Solitamente un grammo di polioli possiede circa 2 kcal, contro le 4 kcal al grammo dello zucchero.

Inoltre, hanno un basso indice glicemico, pertanto fanno innalzare meno la glicemia rispetto ad altri zuccheri e carboidrati.

I polioli fanno bene? Vediamo alcuni benefici

polioli fanno bene

Alcuni dei benefici principali dei polioli:

  • Gli zuccheri polioli hanno pochissime calorie e quindi sono utili per dimagrire, grazie al loro potere calorico inferiore rispetto allo zucchero;
  • Avendo un basso indice glicemico sono adatti a chi soffre di diabete di tipo I e di tipo II;
  • Non determinano la formazione di carie, a differenza del saccarosio (zucchero).

I polioli fanno male? Vediamo le controindicazioni

polioli fanno male

I polioli vengono assorbiti dal piccolo intestino in modo passivo. La quantità assorbita varia per diversi fattori, tra cui la dose, il tempo di transito e le malattie intestinali come la celiachia.

In adulti in salute, dosi di 10-20 gr di sorbitolo al giorno hanno dimostrato di indurre sintomatologie addominali.

Cerchiamo di capire perché.

Abbiamo detto che i polioli sono assorbiti lentamente e in modo passivo. Un loro eccesso permane nell’intestino tenue e richiama acqua e questo provoca una sorta di rilassamento addominale. Successivamente i polioli vengono fermentati dai batteri nel colon, con il risultato di una maggiore produzione di gas (idrogeno e metano), gonfiore e a volte anche dissenteria.

Quindi, fanno bene o fanno male?

Sostanzialmente, i polioli non fanno male di per sé, ma il loro eccessivo uso può causare meteorismo e può avere effetti lassativi.

L'ideale è consumarli, ma facendo attenzione a non abusarne. Prediligere poi il consumo di quelli naturali invece che di quelli artificiali che sono sintetizzati chimicamente.

I polioli fanno ingrassare?

polioli fanno ingrassare

Come abbiamo detto i polioli contengono calorie, anche se meno di quelle contenute nello zucchero. Questo significa che comunque fanno ingrassare.

Anche se sulle confezioni degli alimenti troviamo la dicitura "senza zuccheri" - che sta ad indicare che non c'è zucchero - comunque i polioli sono presenti, per cui quell'alimento avrà meno calorie, ma non ne avrà zero.

Purtroppo, spesso i consumatori, ritenendo questi alimenti privi di zucchero, eccedono con il consumo e ovviamente ingrassano.

Inoltre, gli zuccheri polioli hanno un effetto di assuefazione. Cosa significa? Che abituano il palato al gusto dolce, causando un incremento nel consumo di dolci, caramelle, merendine e simili. Per questo motivo, non possono portare ad ingrassare, ma possono indurre l'obesità a lungo andare.

Contatta il Dr. Uliano

Utilizza il form qui in basso per contattare il Dr. Roberto Uliano.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nutrizionista Napoli centro
Uliano Roberto

Autore

Dr. Roberto Uliano

Da 15 anni lavoro come nutrizionista nelle città di Napoli, Roma, Castellammare di Stabia.

Sono consulente e scrittore nel campo delle scienze dell'alimentazione presso diverse testate giornalistiche come viveresaniebelli, silhoutte. Nel 2015 sono stato consulente della testata "Bimbi a tavola", rivista di educazione alimentare per i bambini. Sono docente dal 2011 di nutrizione applicata presso la Scuola di Nutrizione Salernitana. Il mio obiettivo è quello di insegnare la nutrizione in pratica.

Opero da anni nel campo dell'obesità, dello sport e di numerose patologie correlate all'alimentazione.

Ti potrebbero interessare