Dieta chetogenica controindicazioni

Dieta chetogenica controindicazioni: come evitare problemi

Sicuramente saprai già cos'è la dieta chetogenica classica: è un regime alimentare a basso contenuto di carboidrati e ricco di grassi che ha guadagnato popolarità negli ultimi anni per la sua efficacia nel favorire la perdita di peso e migliorare la salute metabolica.

Tuttavia, come per qualsiasi regime alimentare, ci sono alcuni rischi e controindicazioni da considerare prima di iniziare la dieta chetogenica. In questo articolo, esploreremo i potenziali problemi della dieta chetogenica e per chi potrebbe essere sconsigliata.

È importante infatti conoscere l'argomento dieta chetogenica controindicazioni per evitare problemi di salute. Prima di iniziare, ti consiglio sempre di consultare un medico nutrizionista esperto in grado di guidarti in questo percorso (a tal proposito, ti ricordo che ho attivato il mio nuovo servizio di Nutrizionista Online).

Dieta chetogenica controindicazioni e potenziali rischi

Controindicazioni dieta chetogenica, quali sono e come affrontarle

Sebbene la dieta chetogenica possa essere efficace per la perdita di peso e il controllo del diabete, ci sono alcune potenziali controindicazioni legate alla sua adozione.

Uno dei problemi principali è la carenza di nutrienti importanti. La dieta chetogenica prevede l'eliminazione di molti alimenti, tra cui carboidrati, frutta, cereali integrali e alcuni tipi di verdure, che sono importanti fonti di vitamine e minerali. Questo potrebbe portare a carenze nutrizionali, in particolare di vitamine del gruppo B, vitamina C e magnesio, che possono causare problemi di salute a lungo termine.

Inoltre, la dieta chetogenica può causare problemi digestivi come la stipsi, a causa della riduzione dell'apporto di fibra alimentare. La disidratazione è un altro problema comune associato alla dieta chetogenica, poiché la riduzione dell'apporto di carboidrati può causare la perdita di acqua dal corpo. Si raccomanda quindi di bere molta acqua e assumere alimenti ricchi di potassio per prevenire la disidratazione (qui trovi una lista di alimenti chetogenici).

Un altro potenziale problema della dieta chetogenica è la produzione eccessiva di chetoni nel sangue, che può portare a una condizione nota come chetoacidosi. Questa condizione si verifica quando i livelli di chetoni nel sangue diventano troppo elevati e l'organismo non è in grado di gestirli correttamente. La chetoacidosi è più comune nei pazienti diabetici e può essere potenzialmente pericolosa, se non trattata.

Infine, alcuni individui potrebbero sperimentare mal di testa, nausea, vertigini, debolezza e irritabilità quando iniziano la dieta chetogenica, poiché il corpo sta attraversando un processo di adattamento alla nuova fonte di energia. Questi effetti collaterali tendono a diminuire nel tempo, ma possono essere fastidiosi all'inizio.

Per ridurre i rischi associati alla dieta chetogenica, è importante monitorare i livelli di chetoni nel sangue, assumere abbastanza acqua e alimenti ricchi di nutrienti come frutta e verdura a foglia verde e consultare un nutrizionista prima di iniziare la dieta, specialmente se si hanno patologie o se si sta assumendo farmaci. In caso di sintomi gravi o persistenti, è sempre meglio chiedere il parere di un medico.

dieta chetogenica controindicazioni

Controindicazioni per la dieta chetogenica

Non tutti sono candidati ad adottare la dieta chetogenica. In particolare, le persone con problemi di salute come il diabete, i disturbi del metabolismo lipidico, le malattie renali e epatiche, o le donne in gravidanza o che allattano, dovrebbero evitare la dieta chetogenica poiché potrebbe peggiorare i loro sintomi o avere effetti negativi sul feto.

Controindicazioni assolute per la dieta chetogenica

  • ⛔ Gravidanza e allattamento
  • ⛔ Positività ai disturbi alimentari e psichici
  • ⛔ Abuso di alcol e altre sostanze psicoattive
  • ⛔ Insufficienza epatica
  • ⛔ Insufficienza renale
  • ⛔ Diabete di tipo I
  • ⛔ Insufficienza cardiaca (da valutare il rischio/beneficio)
  • ⛔ Alcune alterazioni dell’ECG (elettrocardiogramma)
  • ⛔ Calcolosi renale
  • ⛔ Calcolosi biliare
  • ⛔ Terapia con diuretici (escluso i risparmiatori di potassio)
  • ⛔ Età minore di 14 anni e maggiore di 70 anni

Dieta chetogenica effetti collaterali

Se parliamo di effetti collaterali dieta chetogenica, è importante ribadire che come qualunque altro regime alimentare, può causare problemi di cui è bene tenere conto già prima di iniziare.

La dieta chetogenica può avere alcuni effetti collaterali, tra cui il cosiddetto "alito chetonico", che può essere sgradevole per alcune persone, oltre ad altri sintomi come nausea, debolezza e vertigini. Inoltre, alcune persone potrebbero avere difficoltà ad adattarsi alla dieta chetogenica e potrebbero sentirsi irritabili o giù di morale.

Quali sono, nel dettaglio, gli effetti collaterali della dieta chetogenica?

  • ❌ Alitosi dovuta all’eliminazione dell’acetato tramite le vie respiratorie. È possible assumere caramelle alla menta senza zucchero.
  • Stipsi o diarrea che si possono verificare nei primi giorni come effetto del cambio di alimentazione e della riduzione quantitative di cibo e dei grassi. Deve essere in questo caso controllato l’apporto corretto di sali minerali e di acqua giornaliera. È possibile evitare questo effetto collaterale assumendo integratori di psillo e glucomannano senza zuccheri.
  • ❌ Cefalea che si può presentare nei primi giorni di dieta e che in genere scompare appena si instaura la chetosi.
  • ❌ Crampi o astenia risolvibili con supplementazione di vitamine e sali minerali.
  • ❌ Fame, normalmente presente nelle prime 48-72 ore e che tende a scomparire appena aumentano i corpi chetonici
  • ❌ Ridotta tolleranza al freddo a causa della bassa quantità di calorie assunte.

Come minimizzare i rischi della dieta chetogenica

Mentre la dieta chetogenica può avere alcuni rischi e controindicazioni, ci sono alcune cose che si possono fare per minimizzare i rischi e massimizzare i benefici. Ad esempio, è importante seguire la dieta correttamente e assicurarsi di assumere abbastanza acqua e alimenti ricchi di nutrienti come frutta e verdura a foglia verde. Inoltre, è consigliabile monitorare i livelli di chetoni nel sangue e consultare un nutrizionista prima di iniziare la dieta chetogenica.

Conclusione

La dieta chetogenica può essere un'opzione efficace per favorire la perdita di peso e migliorare la salute metabolica (ti ho raccontato di quella mia paziente che ha utilizzato la dieta chetogenica per perdere 30 kg), ma è importante considerare i potenziali rischi e controindicazioni prima di iniziare la dieta. Seguendo i consigli giusti, si può minimizzare i rischi e massimizzare i benefici della dieta chetogenica.

Contatta il Dr. Uliano

Utilizza il form qui in basso per contattare il Dr. Roberto Uliano.

Nutrizionista Napoli centro
Uliano Roberto

Autore

Dr. Roberto Uliano

Da 15 anni lavoro come nutrizionista nelle città di Napoli e Castellammare di Stabia.

Sono consulente e scrittore nel campo delle scienze dell'alimentazione presso diverse testate giornalistiche come viveresaniebelli, silhoutte. Nel 2015 sono stato consulente della testata "Bimbi a tavola", rivista di educazione alimentare per i bambini. Sono docente dal 2011 di nutrizione applicata presso la Scuola di Nutrizione Salernitana. Il mio obiettivo è quello di insegnare la nutrizione in pratica.

Opero da anni nel campo dell'obesità, dello sport e di numerose patologie correlate all'alimentazione.

Ti potrebbero interessare